Menu

…dalla Cina con furore… Planplay conquista l’Oriente!

war of the ring - coverPlanplay si è affacciata solo di recente nel mercato occidentale, ma dovete sapere che in Cina, Hong Kong e Taiwan, dal 2010, la casa editrice distribuisce alcuni dei giochi di maggior successo della storia del gioco da tavolo. Alcuni di questi sono ormai dei grandi classici, come Inkognito di Alex Randolph e Leo Colovini, che in Italia ha avuto un enorme successo. Appena c’è stata l’opportunità di portare nei paesi asiatici questo gioiello del Game Design, Planplay non se l’è lasciata scappare.

Ma non è stata l’unica scelta azzeccata della casa italo-cinese: Planplay ha prestato molta attenzione, fin dai primi passi, a portare l’esperienza del Game Design Italiano in Cina, con i grandi successi di Letters From Whitechapel (di Gabriele Mari e Giacomo Santopietro, Sir Chester Cobblepot) e War of the Ring (di Roberto di Meglio, Francesco Maggi e Francesco Nepitello, Ares Games).
War of the Ring si aggiunge, con The Hobbit di Martin Wallace, ai giochi distribuiti da Planplay ispirati alla saga Tolkeniana.
Letters from Whitechapel - Cover

L’attenzione alla produzione italiana non si ferma alla semplice distribuzione: ormai da qualche anno, Planplay produce giochi di autori italiani, come Mood X e la serie di Quickpick, di Benedetto Degli Innocenti e Martino Chiacchiera. Scopo di Planplay è di diffondere la buona cultura del gioco da tavolo nei paesi asiatici, e la produzione creativa italiana riesce a realizzare prodotti all’altezza delle esigenze dei clienti orientali.

Nel 2015, Planplay ha avuto la grande opportunità di collaborare con Hobby World, la nota casa editrice russa, per la distribuzione di uno dei più interessanti Party Game degli ultimi anni: Spyfall, di Alexander Ushan. L’estrema semplicità del regolamento e la forte componente interattiva ha reso Spyfall il gioco ideale per permettere ai giocatori cinesi di scoprire nuove forme di divertimento attorno al tavolo. La collaborazione con Hobby World sta portando tanti frutti e si spera che possa continuare, per portare approcci al Game Design sempre diversi.

Insomma, Planplay cerca i talenti che meritano di essere esportati e riconosciuti in ogni parte del mondo.

Intanto, andiamo a conquistare la Cina. 😉

planplaypartnersPlanplay & Partners

No comments

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Seguici su Facebook