Menu

IdeaG 2016, Andata e Ritorno

Finalmente a casa, stordito e preoccupato per l’imminente fiera di Norimberga rispondo a tutte le email, ed ora, con calma, passo in rassegna tutti gli appunti presi. Vediamo cos’è successo ad IdeaG.

I giochi di IdeaG
Prima di ricevere la lista dei prototipi ero molto preoccupato, quest’anno il numero degli editori presenti era sorprendentemente aumentato, ed ero sicuro di tornare a casa a mani vuote. Gli autori però hanno prestato maggior attenzione alle esigenze degli editori e mi son ritrovato con oltre 20 prototipi da provare dato che in molti avevano portato giochi per bambini, party games e giochi di bluff. Questi giochi però, almeno quelli che son riuscito a provare, mancavano di anima e si rifacevano quasi tutti a giochi esistenti; non che non fossero buoni ma come ogni editore sono in cerca di giochi originali, funzionali e con un pizzico di follia.  A fine manifestazione ne ho selezionati 5 e mi sono dato una settimana di tempo per provarli maggiormente, speriamo che reggano sotto lo stress dei playt.

Gli organizzatori di IdeaG
Sempre impeccabili, ma credo che Idea G abbia bisogno di una svolta. Fin dal primo IdeaG, l’idea era quella di provare e far provare i propri prototipi, ma con l’aumentare dell’interesse a questa manifestazione da parte degli editori, l’evento ha preso più l’aspetto di uno showroom per la ricerca di un editore, nulla di male ma credo che gli organizzatori debbano gestire la cosa in modo che l’idea originale non si perda. Per questo mi vien da consigliare agli organizzatori di adottare un soluzione per la presentazione dei giochi agli editori e che le sale principali siano adibite al playtest dei giochi.

Gli amici di IdeaG
Ogni anno é sempre un piacere partecipare, in veste di appassionato, autore o editore ha poca importanza. Anche se anno dopo anno la pressione per la ricerca dei titoli da pubblicare si fa più estenuante e competitiva, non riesco a vedere gli altri editori come competitor e gli autori come “fornitori” da dover selezionare (sperando che anche per loro sia così). Mi trovo troppo bene in questo ambiente e spero che le cose non cambino. Alla prossima IdeaG.

Daniele

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget